Storia

LaborSave è stato creato nel 2004, quando Benny Cohen visitò una fabbrica di plastica e vide i suoi lavoratori svuotare manualmente i sacchi di pellet di plastica dentro una tramoggia. Da quel momento, i suoi pensieri cominciarono a concentrarsi su quanto fosse inefficiente questo sistema, e su quanto spreco di manodopera fosse causato dallo svuotamento manuale dei sacchi; cominciò immediatamente ad abbozzare la struttura di una macchina in grado di fornire una soluzione automatica.

 Dopo il K Show del 2004, LaborSave fece il suo debutto all’interno dell’industria della plastica, riscuotendo all’istante un gran successo. Le sue soluzioni tecnologiche, combinate con i più alti livelli di maestria nella produzione, erano esattamente quello di cui l’industria aveva bisogno. Tuttavia, fu solo con il passare del tempo che i proprietari capirono che la vera, preziosa offerta che LaborSave faceva ai propri clienti non era quella che credevano all’inizio. 

L’impianto LaborSave, come suggerisce lo stesso nome, è stato sviluppato per rispondere all’inefficiente uso della forza lavoro, ed è stato concepito per aiutare le aziende a ridurre le ore di lavoro necessarie per aprire i sacchi. Tuttavia, il vero vantaggio offerto alle aziende da parte di LaborSave risiede nella percentuale del 99,99% di svuotamento del contenuto dei sacchi, seguita dagli alti standard di sicurezza che LaborSave ha introdotto nell’industria. 

Fino ad oggi, LaborSave ha installato oltre 300 impianti automatici per lo svuotamento sacchi in giro per il mondo, aprendo un totale di 25 milioni di tonnellate di materie prime. 

Ti invitiamo a programmare una dimostrazione gratuita di LaborSave.